Scuole la messa a norma resta ancora un miraggio

Proprio in questi giorni sono in corso a Bologna da parte della Provincia sei interventi di messa in sicurezza di edifici scolastici e cinque di manutenzione straordinaria tanti ma assolutamente non sufficienti ad arginare il problema sicurezza degli istituti bolognesi Qui uno su due non a norma spiega a Metro Sandra Soster segretaria dell Flc Cgil Gli ultimi dati del rapporto Cittadinanzattiva secondo cui in regione ci sono 467 scuole a rischio sicurezza hanno messo in luce un problema atavico Si tratta di una questione molto complessa e con radici antiche spiega Soster secondo cui molti istituti sono stati edificati negli anni 70 quando era in voga il modello architettonico scandinavo con vetrate altissime ndr evidente che per mettere a norma questi edifici bisognerebbe abbatterli e ricostruirli Ci sono proprio condizioni strutturali di fondo non compatibili con la messa a norma Se poi considera che in provincia di Bologna ci sono da 2500 a 300 alunni in pi all anno capir che il sovraffollamento in istituti pensati per numeri pi piccoli rende il problema sicurezza ancora pi complicato Il Comune lo scorso agosto ha stilato una lista di 26 scuole da mettere in sicurezza per un importo di 3 8 milioni E del resto secondo l ultimo rapporto di Legambiente sul rischio nelle scuole Bologna risultata al 62esimo posto su 100 In questo ambito spiega a Metro Maria Bernardetta Chiusoli assessore provinciale al Bilancio a metterci in difficolt sono non solo i problemi di bilancio quanto i vincoli sugli investimenti per il patto di stabilit ndr Nel suo ultimo bilancio la Provincia di Bologna ha speso 13 milioni per gli ampliamenti degli istituti Fioravanti di Bologna Gaetano Salvemini di Casalecchio e Giordano Bruno di Budrio metro