I tir ripartono fermi i bus

La situazione si sta lentamente risolvendo piano piano si sta tornando alla normalit sabato sar tutto come prima Getta acqua sul fuoco Federdistribuzione ma anche ieri sulle strade italiane stata una giornata di passione Supermercati e negozi di generi alimentari sono ancora a corto di prodotti deperibili cos come dalla Liguria all Emilia fino alla Puglia e alla Calabria frutta e verdura si trovano a fatica e a quanto fa sapere Coldiretti a prezzi molto spesso maggiorati Paralisi Sud Sicilia Calabria Sardegna e Campania sono le Regioni con i disagi maggiori in tante zone delle isole mancano beni alimentari di prima necessit e il carburante ha ripreso ad essere reperibile solo nel pomeriggio di ieri Su Stradeanas It c comunque l elenco dei distributori ancora privi di carburante In Calabria e Campania c anche l emergenza rifiuti a Catanzaro i manifestanti hanno danneggiato un compattatore Fermi in 100 mila Coldiretti ha segnalato che sono almeno centomila i lavoratori impegnati nella raccolta nel confezionamento nel magazzinaggio e nella trasformazione dei prodotti alimentari deperibili come i fiori e la frutta e la verdura che non hanno potuto recarsi al lavoro a causa del blocco alla circolazione provocato dallo sciopero Il presidente Sergio Marini ha sottolineato un danno economico da 150 milioni per l agroalimentare Made in Italy Ancora peggiori le stime di Cia Confederazione italiana agricoltori per loro la perdita superer i 200 milioni e ci vorr una settimana per ritornare alla normalit Stop Fiat si riparte oggi Gli stabilimenti Fiat di Melfi Cassino Pomigliano Mirafiori sono rimasti fermi per tutta la giornata di ieri il Lingotto dovrebbe riprendere la produzione oggi ma non sono esclusi ulteriori rallentamenti Il monito dell Ue Le interruzioni della libera circolazione delle merci uno dei principi fondamentali sanciti dal trattato dell Ue sono proibite fra gli Stati dell Ue il monito del vicepresidente Ue Antonio Tajani Il libero movimento va tutelato vigileremo da Bruxelles che nelle prossime ore la situazione si normalizzi Si ferma il trasporto locale Venerdi nero per i trasporti oggi non mancheranno infatti disagi per lo sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private indetto contro le politiche attuate dal Governo Monti da Usb Orsa SlaiCobas Cib Unicobas Snater SiCobas e Usa Si fermeranno anche scuola uffici pubblici poste e telecomunicazioni Una manifestazione sfilera per le strade di Roma Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale bus metropolitane e tram gli orari varieranno da citta a citta Treni questa la situazione A Roma gli autisti si fermeranno dalle 8 30 alle 17 per poi riprendere alle 20 fino a fine servizio A Milano sciopero dalle 8 45 alle 15 e dalle 18 fino a fine servizio Sul fronte treni i ferrovieri dell Orsa non prendono servizio dalle 21 di oggi fino alle 21 di domani Trenitalia assicura che circolera regolarmente circa il 90 dei treni nazionali Per quanto riguarda i treni media lunga percorrenza saranno assicurati tutti i convogli elencati nell apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero consultabile sull Orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web fsitaliane it Per i treni regionali invece saranno garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nelle fasce orarie piu frequentate dai viaggiatori pendolari nei giorni feriali 6 00 9 00 e 18 00 21 00 Contro il governo Lo stop si legge in una nota dei sindacati di base e indetto contro il governo Monti che conferma le precedenti manovre riduce il potere d acquisto dei salari attraverso l aumento dell Iva dell Irpef locale dei ticket sanitari delle accise sulla benzina e l adozione dell Ici sulla prima casa colpisce l intero sistema pensionistico e il livello di vivibilita economica dei pensionati privatizza beni comuni e servizi pubblici applicando i dettami della Bce e Unione Europea che tutelano gli interessi del grande capitale bancario finanziario ed economico scaricando i costi della crisi capitalista sui lavoratori e sulle fasce di popolazione piu disagiata Gli assistenti di volo lavorano Revocato invece lo sciopero di quattr ore in calendario sempre per domani dalle 13 30 alle 17 30 degli assistenti di volo Alitalia e i sindacati hanno raggiunto un accordo La protesta era stata decisa da Filt Cgil Fit Cisl Uiltrasporti e Ugl trasporti In un momento cosi difficile come nel panorama del trasporto aereo ancora una volta siamo riusciti a portare qualche certezza ai lavoratori che ancora sono collocati in cassa integrazione commenta Emiliano Fiorentino Responsabile Nazionale Assistenti di Volo Fit Cisl all accordo per gli Assistenti di Volo Alitalia Cai Si confermano aggiunge gli impegni assunti con l accordo del 4 marzo 2011 concernenti le assunzioni e le trasformazioni dei contratti a tempo parziale I primi 25 assistenti di volo attualmente in Cigs verranno assunti il 1 aprile 2012 i restanti nel corso dell anno spiega il sindacalista Fit