Vertici Costa negano inchino al Giglio

Roma Un incidente tragico che non doveva avvenire e poteva non avvenire Cos l ad e presidente di Costa Crociere Pierluigi Foschi ascoltato dalla commissione Lavori pubblici del Senato sul naufragio della nave Concordia all Isola del Giglio Il capo di Costa ha scelto la linea del negare tutto La pratica degli inchini non esiste Peccato che il comandante Schettino e gli altri ufficiali dicano l esatto contrario sostenendo che l accosto all isola era voluto dall armatore Identificate intanto altre tre vittime tre crocieristi tedeschi Riprese le ricerche dei dispersi Ma il commissario Gabrielli ammette che trovare qualcuno vivo sarebbe un miracolo Fissato al 3 marzo l incidente probatorio sulla scatola nera con notifica alle 4 228 persone che erano a bordo Il 10 febbraio la decisione del Riesame sui domiciliari per Schettino metro Allarme inquinamento da detersivi Isola del Giglio Significativi livelli di inquinamento causati da detersivi e tensioattivi sono stati rilevati nelle acque dell Isola del Giglio Lo afferma l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana Le operazioni di bonifica dei rifiuti extra carburante della Costa Concordia infatti ancora non sono cominciate denuncia Legambiente In questi giorni i sub hanno raccontato che avvertono odori nauseabondi quando si immergono vicino al relitto Su questo il commissario delegato all emergenza Franco Gabrielli ha annunciato di aver inviato una diffida alla Costa Crociere per non aver presentato entro il termine di ieri il piano per il recupero rifiuti metro