Protesi Pip espianti gratuiti

ROMA Il Servizio sanitario nazionale si far carico degli interventi di espianto delle protesi al seno di tipo Pip laddove vi sia una indicazione clinica specifica Lo ha annunciato il ministro della Salute Renato Balduzzi illustrando il parere del Consiglio superiore di sanit sugli innesti mammari francesi potenzialmente pericolosi per la salute Secondo il Css al momento non c alcuna prova scientifica che dimostri un maggior rischio di cancro anche se stata evidenziata una maggiore possibilit di rotture e infiammazioni Il ministro invita dunque ad evitare allarmismi seguendo la linea della cautela alle donne che hanno subito un impianto di protesi mammaria viene chiesto di informarsi sulla tipologia e se del genere Pip di discutere della loro situazione con il proprio chirurgo mentre si sollecitano i centri dove sono stati eseguiti gli impianti a farsi parte attiva nel richiamare le pazienti Il parere del Consiglio superiore constata sulla base delle indagini svolte in Francia che le protesi Pip sono composte da materiali non corrispondenti agli standard e ricorda che per questo sono state ritirate dal mercato italiano dal 2010 Sono in contatto con il mio collega francese conclude il ministro Balduzzi che mi ha comunicato che in questa settimana verr definito un piano di interventi e azioni necessarie Allo studio una class action Seguiremo Sveva e tutte le altre donne che vorranno raccontarci la loro storia dice Massimiliano Dona segretario generale dell Unione nazionale consumatori qui ci sono tutti i presupposti per avviare una class action Le protesi al seno difettose si prestano ad essere contestate come qualsiasi altro prodotto L Unc annuncia attraverso Metro l apertura di una indagine di approfondimento sulla vicenda di Sveva Tropenscovino Intravedo rilievi giudiziari per i produttori ma anche per gli installatori cio i medici chirurghi che hanno inserito le protesi aggiunge Massimiliano Dona Per maggiori informazioni anche in vista di eventuali azioni legali collettive le donne interessate possono trovare i riferimenti sul sito www consumatori it l g