Naufragio Costa Concordia 148 i piemontesi tratti in salvo

Sono 148 i piemontesi coinvolti nel disastro della Costa Concordia naufragata all Isola del Giglio Fortunatamente sono stati tutti soccorsi e stanno bene Sulla nave al momento del naufragio c erano 8 astigiani di cui 6 di San Damiano D Asti alcuni pinerolesi e anche passeggeri dalla Val Vigezzo La Procura di Grosseto ha aperto un inchiesta per naufragio disastro e omicidio colposo Il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino e il primo ufficiale in plancia Ciro Ambrosio sono stati arrestati dalla magistratura dopo il loro interrogatorio I reati contestati sono omicidio colposo plurimo naufragio e abbandono della nave mentre c erano ancora passeggeri da trarre in salvo La nave avrebbe dovuto attraversare il canale tra l Argentario e l Isola del Giglio a 5 miglia dalla costa italiana e quindi a 3 dall isola e dalla secca sulla quale si incagliata Per il comandante la roccia su cui si incagliata la nave non era segnalata Nel frattempo stata ritrovata la scatola nera che all esame della Procura che indaga