Bologna, Merola: "Utile e non illegale questionario Carabinieri a prostitute"

- "Penso sia stato utile e non credo che possa essere ritenuto illegale. Ringrazio ancora una volta i carabinieri per quanto fanno in citta' per la tutela dei cittadini". E' quanto il sindaco di Bologna Virginio Merola ha affermato oggi in aula a Palazzo D'Accursio rispondendo alle domande dei consiglieri Lorenzo Tomassini (Pdl) e Paola Francesca Scarano (Lega) che chiedevano un commento sul questionario, approntato dai Carabinieri, da sottoporre alle prostitute della citta', per raccogliere dati sul fenomeno, anche ai fini fiscali. Una iniziativa elogiata dalla Lega, ma bocciata come "illegale e ipocrita" dalla consigliera di maggioranza ed esponente di Sel Cathy La Torre.

"Sul tema in generale della prostituzione e delle revisioni della legislazione in materia penso che sia evidente la necessita' di una nuova legislazione che punti a salvaguardare le persone dallo sfruttamento e a garantire adeguata tutela in campo sanitario in modo particolare", prosegue Merola, precisando che "questo non significa tornare all'idea delle case chiuse e alla segregazione, ma sicuramente sarebbe importante che il nostro Parlamento affrontasse questo argomento riflettendo sulle diverse esperienze europee in particolare dei Paesi del Nord che hanno trovato il modo di tutelare le donne che esercitano la prostituzione e di ridurre il danno dello sfruttamento e di salvaguardare il decoro della vita urbana".