Bologna: Corte Conti condanna banca Intesa a versare 4 mln di euro al Comune Bologna

"La Corte dei Conti, con la sentenza depositata il 24 novembre 2011, ha conclusivamente affermato la responsabilita' della Banca Intesa Sanpaolo, condannando la societa' al pagamento in favore del Comune di Bologna della somma complessiva di 4.045.903 milioni per sorte capitale, oltre alla rivalutazione con decorrenza dalla data di maturazione del credito fino alla data di deposito della sentenza, nonche' degli interessi legali dalla data del deposito fino al soddisfo". E' quanto riferisce in aula a Palazzo D'Accursio la vicesindaco Silvia Giannini, rispondendo ad una domanda di attualita' del consigliere del Movimento 5 Stelle Marco Piazza, in merito al risarcimento di Intesa Sanpaolo al Comune per il servizio di riscossione. In sostanza il Comune potrebbe incassare piu' di 4 milioni di euro, di cui oltre 1,6 milioni per la Tarsu e oltre 2,3 milioni per le multe. Ricordando che "un eventuale appello alla sentenza da parte del condannato sospende le procedure di recupero del credito, in attesa degli esiti del giudizio" Giannini, precisa che la stentenze di condanna dovrebbere essere stata notificata alla banca agli inizi di dicembre 2011. Da quella data l'istituto di credito ha 60 giorni di tempo per un'eventuale impugnazione. Dal canto, ha concluso Giannini, "l'amministrazione si augura il buon esito di questa procedura e che il Comune possa incassare quanto dovuto".